Raccolta differenziata: perchè conviene farla
La raccolta differenziata consiste nel provvedere al servizio pubblico di igiene urbana prevedendo la divisione dei rifiuti prodotti in base alla loro tipologia materiale. L’obbiettivo  è quello avere una raccolta omogenea volta a evitare lo smaltimento in discarica e favorire soluzioni alternative.

Attualmente il “sistema stradale” è stato superato dal sistema di raccolta “porta a porta” che consiste nel provvedere alla gestione del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani ritirando i rifiuti non dal cassonetto, bensì dalla fonte, ovvero dalle singole abitazioni degli utenti. Si obbliga di fatto il cittadino a provvedere alla differenziazione del rifiuto. E’ stato dimostrato  che l’attuazione di questo metodo incrementa le percentuali di rifiuti differenziati in maniera rilevante dopo un brevissimo lasso temporale.

I vantaggi economici

In primis si deve considerare che tutto ciò che è correttamente differenziato viene conferito negli impianti di riciclaggio e non in quelli di smaltimento che presentano tariffari ben più onerosi  (lo smaltimento presso l’impianto del bacino di riferimento costa 125 euro + IVA ed Ecotassa).

Altro vantaggio rilevante per la Pubblica Amministrazione è costituito dall’erogazione dei cospicui contributi versati dai consorzi nazionali del riciclo in base alle percentuali di raccolta differenziata raggiunte.

Alla luce di quanto rilevato in precedenza, risulta ancor più evidente come la raccolta differenziata sia divenuta, ormai, una necessità impellente oltre che un obbligo imposto dalla legge. Per effetto della normativa regionale (Determina Dirigenziale 17\12\2013), in Puglia, inoltre, i Comuni che non incrementeranno le percentuali di raccolta differenziata del 5% entro Giugno 2014 saranno costretti a subire sanzioni e a pagare un’ecotassa massima di 25,82 euro a tonnellata (Art.29 c.2 legge regionale n. 45\2013) oltre a non poter accedere alle premialità previste dalla Regione Puglia stessa (delibera  1291\2013 prorogata con 2493\2013).

A chi conviene

In virtù di quanto detto l’amministrazione e l’impresa che gestisce il servizio di igiene pubblica rischiano sanzioni amministrative se non seguono le norme previste per la raccolta differenziata.
I cittadini, invece, oltre che soddisfare il proprio senso civico, possono ottenere vantaggi patrimoniali, poiché la riduzione dei rifiuti indifferenziati smaltiti produce una conseguente riduzione della TARSU o delle previsioni fiscali che la sostituiranno.

La società "Progetto gestione bacino bari cinque" subisce uno svantaggio se i rifiuti vengono differenziati?

No. La società "Progetto gestione ambiente bacino bari cinque"  deve seguire le previsioni del PEF (Piano Economico Finanziario) approvato dalla Regione, quindi non ha importanza se nel bacino di riferimento non vengano conferiti alti quantitativi di rifiuti. La maggior azionista della “Bari 5”, inoltre, è la Lombardi Ecologia, la quale, occupandosi anche del servizio di igiene e trasporto dei rifiuti solidi urbani, ha ottenuto ottimi risultati di raccolta differenziata proprio in alcuni Comuni del bacino di riferimento, ovvero: Cellamare: 75% dei rifiuti differenziati;  Triggiano: 65% dei rifiuti differenziati; Mola di Bari: 67% dei rifiuti differenziati.

Quindi ci sarebbe solo interesse a mettere in funzione un impianto di riciclaggio: la “"Progetto gestione ambiente bacino bari cinque” potrebbe esercitare un’ulteriore attività imprenditoriale, mentre la Lombardi Ecologia potrebbe conferirvi il materiale che attualmente conferisce a pagamento presso impianti gestiti da terzi.

Perché allora non si costruisce un impianto di riciclaggio a Conversano?

L’impianto non è stato costruito dalla Bari5 e non è mai entrato in funzione per problematiche amministrativo-burocratiche inerenti al Comune di Conversano.

Qui Il video Rai in cui (al minuto 50) il sindaco di Conversano, Giuseppe Lovascio, ammette la responsabilità del Comune per la mancata costruzione di un impianto di riciclaggio dei rifiuti.


Produrre del combustibile dai rifiuti. E’ la fondamentale funzione a cui adempie il nostro impianto che, grazie al trattamento dei Rifiuti Solidi Urbani, riesce a dare origine al CDR, il Combustibile Derivato da Rifiuti che servirà poi ...
La raccolta differenziata consiste nel provvedere al servizio pubblico di igiene urbana prevedendo la divisione dei rifiuti prodotti in base alla loro tipologia materiale. L’obbiettivo è quello avere una raccolta omogenea volta a ...
BIOFILTRO – La biofiltrazione dell'aria è un trattamento di depurazione delle emissione gassose. Il biofiltro è un composto formato da vari composti vegetali, come cippato e cortecce, avente una struttura porosa idonea a ...
RICERCHE
Hai un dubbio? Un nostro esperto ti risponderà
inviaci la
tua domanda

E’ difficile che una bottiglia rimanga schiacciata se si toglie il tappo. Se lo si avvita dopo aver schiacciato la bottiglia, verrebbe riciclato anch’esso, oppure è costituito da un altro tipo di plastica che non può essere riciclata?

leggi la risposta

E’ vero che è preferibile schiacciare le bottiglie in senso orizzontale (e non verticale) per agevolare l’azione agli autocarri che provvedono a pressarle?

leggi la risposta
TRASPARENZA